Fine settimana tra le cittadine e i borghi dell’Umbria

Last updated on: Published by: wp_11696034 0

Un fine settimana ⁢tra i borghi umbri di Trevi, Foligno e Montefalco

L’autunno è un periodo ideale per programmare una gita⁤ o, meglio ancora, un weekend fuori città. Vi suggeriamo un fine settimana tra i ⁢borghi di Montefalco, ⁤Trevi ⁣e la cittadina di Foligno, per scoprire la loro storia e architettura.

Montefalco: vanta un patrimonio artistico che la rende un punto di riferimento per la⁤ conoscenza della pittura⁣ umbra. Tra le sue‍ attrazioni principali, la chiesa di San Francesco,‌ oggi ⁣Museo, costruita dai frati minori conventuali tra il 1335 ed il 1338.‌ Il museo ⁣si articola in tre spazi espositivi: l’ex chiesa, famosa per⁣ il ciclo di affreschi realizzati dal 1450 ⁢al 1452 da Benozzo Gozzoli raffigurante le Storie della vita di San Francesco. Qui si conservano una Natività del Perugino ⁤(inizio XVI secolo),⁢ e⁣ affreschi di scuola umbra. La Pinacoteca,‌ con opere di Francesco Melanzio, Antoniazzo Romano e dipinti di ⁤scuola umbra dal ⁣’300 al ⁣’700.‍ Infine, la⁢ cripta, con reperti archeologici, altre sculture e frammenti di‌ varie epoche.

Foligno: Il centro storico di Foligno conserva edifici religiosi​ e palazzi ‍signorili di ​grande⁤ valore. In piazza della Repubblica, fulcro della vita sociale e civile già dal Medioevo, si affacciano: il palazzo Comunale, di facciata neoclassica;‌ palazzo Trinci (1389-1407), oggi ‍Museo della Città,‍ che conserva affreschi quattrocenteschi, alcuni dei quali attribuiti a⁤ Gentile‍ da Fabriano; il Duomo, dedicato ⁣al santo patrono Feliciano, con ‍ricco portale scolpito dai maestri Rodolfo e‍ Binello⁤ (1201). Poi troviamo⁤ il‌ palazzo Orfini, dove nel​ 1472 venne stampata ⁢la ‌prima edizione ‍della Divina Commedia e il palazzo del Podestà, ⁢sede‌ della magistratura comunale dagli inizi⁤ del XIII⁣ secolo.

Trevi: Immersa tra gli ⁢ulivi,​ Trevi‍ conserva testimonianze ​romane. Ad esempio, le mura (I‍ secolo a.C.) che cingono il centro ‍abitato, e medievali⁤ come Porta del Bruscito,‌ Porta del ‌Cieco, Porta ⁣San ⁣Fabiano e⁤ l’Arco del ‌Mostaccio. Dalle mura che recingono il centro storico ci si affaccia direttamente sugli oliveti. La passeggiata è un⁣ viale ⁤alberato lungo 800 metri, pianeggiante, con una visione panoramica ⁣della valle sottostante.

Prenota il tuo soggiorno da Volver B&B

Related posts

La nostra idea di Ospitalità
Last updated on: Published by: wp_11696034 0
Il ‘Cammino della pietra bianca’
Last updated on: Published by: wp_11696034 0
Umbria. Tra Borghi e festival culturali
Last updated on: Published by: wp_11696034 0
Turismo e cultura in Umbria
Last updated on: Published by: wp_11696034 0
La Valle Umbra: Bellezze e paesaggi
Last updated on: Published by: wp_11696034 0